fbpx

Il corso di fotografia online gratis più completo del web

Il flusso di lavoro: dallo scatto alla foto perfetta

Come ogni buon fotografo che si rispetti bisogna avere un flusso di lavoro. Il perché è presto detto, semplicemente senza averne uno, tutto il processo diventa molto confuso e non si ottengono mai risultati prevedibili.

Ecco uno sguardo semiserio al mio flusso di lavoro principale per creare foto impeccabili, uno scatto fortunato alla volta. 

Fase uno: scouting

Tutto inizia con lo scouting. Generalmente, questo consiste in un processo attentamente pianificato. Comincio salendo in macchina. Quindi, inizio a guidare. Quando vedo un luogo (normalmente uno specchio d’acqua, perché alle persone piacciono i tramonti sull’oceano, giusto?), Mi fermo. 

Fase due: composizione

La maggior parte dei fotografi ti dirà l’importanza di pianificare attentamente le tue composizioni in modo che corrispondano all’illuminazione, agli elementi di bilanciamento all’interno dell’inquadratura, ecc. Ma la vita è troppo breve per la pianificazione così attenta e … Ecco quello che ho pensato nell’inquadrare questa immagine:

Oh merda, una barca a vela! Nessuno ne ha mai visto una su un lago prima d’ora. Questo non è affatto un cliché. Gli farò una foto e diventerò famoso!  Whoa, guarda i raggi del sole sull’acqua che la barca ha appena attraversato! Non sarebbe bello se ci mettessi in fila la barca?
Whoa, questa barca si sta muovendo molto velocemente! È meglio che attivi la modalità sport! 
(Furioso inseguimento della barca)
(Modalità Burst risultante in 200 copie della stessa immagine)
Sono sicuro che ci sia uno scatto vincente da qualche parte in quella raffica. 
Uh oh, le persone sulla barca mi vedono. Sembrano incazzati. Sono abbastanza sicuro che uno di loro stia facendo un gesto osceno nella mia direzione…

Certo, qualcuno più intelligente di me avrebbe potuto pianificare quella composizione, ma io penso che è molto più divertente trovare un euro per terra che lavorare per esso. 

Fase tre: impostazioni

Come ho scelto le impostazioni per lo scatto? Come farebbe qualsiasi professionista. Ho usato un bracketing (esposizione a forcella) di esposizione a 9 scatti. Qualsiasi professionista ti dirà che questo è il modo migliore per assicurarti una corretta esposizione. 

Fase quattro: selezione delle immagini

Ovviamente, con una sequenza di 9 scatti effettuata una decine di volte, determinare l’immagine migliore ha richiesto un po ‘di tempo. Fortunatamente, ho un sistema infallibile per determinare l’immagine più elegante con il massimo potenziale creativo e monetario tra le centinaia presenti sulla mia scheda di memoria. 

Lo chiamo il metodo “meno incasinato”. Fondamentalmente, va così: passo in rassegna tutte le immagini e cerco quella in cui la composizione è più pulita. È a fuoco? L’esposizione è ok? Perfetto! Saluta il mio futuro capolavoro. In questo caso, avevo anche il requisito aggiuntivo che la barca dovesse trovarsi nel raggio di sole. Una volta trovata un’immagine che soddisfacesse quei tre requisiti rigidi e specifici, sono arrivato alla selezione vera e propria.

Passaggio cinque: ritaglio

Dopo aver effettuato la selezione, è arrivato il momento di ritagliare il mio capolavoro in via di sviluppo. Per questo, attingo a molti anni di esperienza matematica e formazione artistica per applicare un processo algoritmico attentamente sviluppato che combina la sezione aurea con una scomposizione di valore singolare degli elementi principali dell’immagine su una proiezione ornitologica, catturando allo stesso tempo perfettamente la mia visione artistica. Ok, tutto quello che ho appena detto è una bugia. Ho appena usato la regola della griglia dei terzi in Lightroom. Questo è ciò che tutti i professionisti usano comunque.

Passaggio sei: impostazioni predefinite

Il primo passo nella creazione di qualsiasi capolavoro visivo è ovviamente scorrere i preset. Le impostazioni predefinite sono come formule predefinite per immagini vincenti. Perché altrimenti Lightroom dovrebbe avere quel gigantesco pannello delle preimpostazioni sul lato sinistro del modulo Sviluppo? Perché preparare un pasto da zero quando puoi semplicemente cuocere al microonde un pasto preconfezionato dal congelatore? 

Passaggio sette: cursori e cose

Per quanto ben fatti possano essere i preset, a volte, sfortunatamente, non esiste un preset che possa catturare adeguatamente l’infinita visione creativa contenuta nelle mie immagini nelle sue impostazioni finite, quindi devo mettermi a disagio con i cursori di Lightroom o con camera raw di photoshop. Ora…Lightroom ha più di 50 cursori, oltre ad alcune curve dall’aspetto accattivante e cerchi colorati. 

La prima cosa che ho provato con questa immagine è stata disegnare una faccina sorridente con la cosa curva, perché voglio che la mia foto renda felici le persone. Ho mostrato il risultato al mio amico, ma ha detto che non lo rendeva felice. Questo mi ha reso triste. Imperterrito, però, ho riprovato. Non è colpa mia se il mio amico è troppo esigente e non apprezza l’arte… 😀

 Dato che il mio amico è un idiota esigente, ho apportato una modifica alla curva del viso triste, ma ha trasformato il sole in un buco nero che risucchia la barca a vela nello spazio, cosa che non volevo. Quindi, ho eliminato la regolazione della curva e ho provato qualcosa di un po ‘più creativo. 

Passaggio otto: modifiche creative

Era necessario uno scambio di cielo? Una mongolfiera? Entrambi!? Credo di si. A due ore dall’inizio della modifica, stavo iniziando a guadagnare un vero slancio. Sì, stavo violando diverse leggi dell’astronomia con questa modifica, ma la scienza non può contenere la mia arte. 

Nono passo: sono andato troppo lontano

Dopo diverse ore a questo punto, ho cominciato a rendermi conto che avrei dovuto lasciare la strada artistica per qualcosa di meno…astratto ed ho operato sui vari cursori quali contrasto, bilanciamento del bianco, nitidezza, curve, vividezza dei colori, fino ad ottenere un risultato gradevole e che stampato avesse un perché.

Questo è normalmente il momento in cui inizia finalmente la modifica di quella che diventerà l’immagine finale. 

Cosa comporta? Una regolazione dell’esposizione, un po ‘di contrasto, un po’ di foschia e nitidezza, e l’acqua azzurrata in modo che assomigli meno al Lago Erie e più all’oceano, così posso vendere la stampa a persone che cercano immagini di isole tropicali. È una modifica noiosa…questo fa di me una persona noiosa? È ora di esportare e caricare su Instagram dopo aver scelto i 30 migliori hashtag e aver taggato 20 account di funzionalità. 

Conclusione

Ecco fatto: uno sguardo onesto (forse leggermente troppo poco serio) su come un fotografo scatta e modifica un’immagine. Prossimamente mostrerò un flusso molto più serio basato sul metodo Kelby che puoi studiare in questo libro datato 2008 che tuttavia per me risulta sempre attuale e molto ben fatto e che mi ha consentito di avere poi una solida base da cui partire per nuovi orizzonti.

Tu hai un flusso di lavoro? Quale? Come operi? Scrivilo nei commenti, ci terrei a conoscerlo.

One Response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In questo articolo parliamo di

Categorie
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Ti piaccono i contenuti che creo?
Vorresti ancora più contenuti?
Vorresti accedere in anticipo ai nuovi contenuti?
Diventa il mio mecenate

Scarica la guida e migliora da subito i tuoi scatti