fbpx

Il corso di fotografia online gratis più completo del web

Bilanciamento del bianco in fotografia: la guida essenziale

Che cos’è il bilanciamento del bianco in fotografia? E come può migliorare le tue immagini?

In questo articolo, condividerò tutto ciò che avresti sempre voluto sapere sul bilanciamento del bianco e non hai mai osato chiedere, tra cui:

  • Le impostazioni della fotocamera per il bilanciamento del bianco che dovresti usare per risultati sempre buoni
  • Come il bilanciamento del bianco può migliorare istantaneamente i tuoi scatti
  • Come puoi usare il bilanciamento del bianco per ottenere splendidi effetti creativi nelle tue foto

Spiegherò anche i termini chiave correlati, come la temperatura del colorele impostazioni predefinite del bilanciamento del bianco e altro ancora.

Fortunatamente, mentre il bilanciamento del bianco potrebbe sembrare un argomento difficile, in realtà è dannatamente facile da capire. Quindi ti prometto: quando avrai finito questo articolo, sarai un vero esperto di bilanciamento del bianco!

Iniziamo.

Che cos’è il bilanciamento del bianco in fotografia?

Il bilanciamento del bianco si riferisce al processo di rimozione o neutralizzazione delle dominanti di colore nelle immagini.

Si tratta di scattare un’immagine come questa, piena di colori distorti, troppo blu:

E aggiungendo colori caldi fino a bilanciare la dominante di colore, in modo da ottenere un risultato finale come questo:

Vedi, la maggior parte delle sorgenti luminose produce una dominante di colore. E mentre i nostri occhi sono abbastanza bravi a correggere questo problema in tempo reale, una fotocamera cattura il soggetto come appare nella vita: a volte neutro, sì, ma a volte molto blu (come nella foto della pera sopra) e talvolta molto giallo (come nella foto della pera sotto). Sia nel caso blu che in quello giallo, il bilanciamento del bianco è necessario per creare un’immagine neutra.

Ecco una foto di pera troppo gialla, che richiede un significativo bilanciamento del bianco:

Nota che, durante il processo di bilanciamento del bianco, stai tecnicamente regolando i colori lungo due spettri:

  • Lo spettro blu-giallo, noto anche come temperatura di colore
  • Lo spettro verde-magenta, noto anche come tinta di colore

In generale, la luce naturale richiede solo una correzione lungo lo spettro blu-giallo, ma alcuni tipi di illuminazione artificiale possono produrre una notevole sfumatura di colore, nel qual caso dovrai correggere anche quella.

La temperatura colore, spiegata

La maggior parte del bilanciamento del bianco nella fotografia consiste nella correzione della temperatura del colore. Stai correggendo una dominante prodotta dalla temperatura del colore della luce, che si trova lungo lo spettro blu-giallo.

I fotografi fanno riferimento a diverse temperature di colore utilizzando la scala KelvinTemperature di colore più calde, come quelle prodotte dalla fiamma di una candela o dal sole al tramonto, hanno un valore Kelvin basso, come 3000 K. Temperature di colore neutre, come la luce solare di mezzogiorno, hanno un valore Kelvin medio, circa 5000 K. E temperature di colore più fredde, prodotte da nuvole o ombra, hanno un valore Kelvin elevato di 6000 K e oltre.

La luce più fredda ha un valore Kelvin elevato? La luce più calda ha un valore Kelvin basso?

Sì, hai letto bene e può creare confusione, soprattutto se non hai mai incontrato la scala della temperatura del colore prima. Ma ti ci abituerai nel tempo (e può aiutare a pensare alle temperature di colore semplicemente come l’opposto di quello che ti aspetteresti).

Perché il bilanciamento del bianco è importante?

Le dominanti di colore causano un paio di problemi in fotografia.

In primo luogo, ti impediscono di catturare colori accurati e reali in una scena. Se vuoi fotografare un bellissimo tramonto rosso esattamente come appare ai tuoi occhi, dovrai neutralizzare eventuali dominanti di colore; in caso contrario, la tua immagine non corrisponderà alle condizioni di vita reale che hai vissuto.

Questo può anche essere un problema se stai facendo fotografie di prodotti o di immobili, in cui l’obiettivo è ritrarre il soggetto il più fedele possibile alla vita.

In secondo luogo, le dominanti di colore tendono ad avere un aspetto negativo. Possono pasticciare con le tonalità della pelle dei ritratti, possono creare ombre fangose ​​e luci sgradevoli e possono creare stati d’animo indesiderati nelle tue foto.

Come spiegherò più avanti in questo articolo, puoi usare una dominante di colore per un effetto creativo, ma è importante farlo con attenzione e deliberatamente, piuttosto che come un fallimento nel bilanciare correttamente il bianco di una scena. Ha senso?

I due metodi di bilanciamento del bianco

Puoi regolare il bilanciamento del bianco delle tue immagini in due modi:

  1. A porte chiuse, prima di scattare
  2. Successivamente, in post-elaborazione

Entrambi gli approcci possono funzionare, ma ci sono alcuni importanti avvertimenti da tenere a mente:

Bilanciamento del bianco nella fotocamera

La maggior parte delle fotocamere ti consente di regolare le impostazioni del bilanciamento del bianco prima di scattare una foto.

Ad esempio, puoi selezionare un bilanciamento del bianco preimpostato (come Tungsteno, Flash, Nuvoloso, ecc.), che consente alla tua fotocamera di comprendere e compensare approssimativamente le condizioni di illuminazione.

Alcune fotocamere consentono anche un bilanciamento del bianco personalizzato. Qui, componi semplicemente un valore Kelvin (ricordi la scala della temperatura del colore che ho condiviso sopra?). Un valore Kelvin alto bilancia la luce più fredda e un valore Kelvin basso bilancia la luce più calda.

La tua fotocamera potrebbe anche essere in grado di bilanciare il bianco su una scheda grigia. Metti la scheda grigia davanti alla tua fotocamera, seleziona la funzione giusta nel menu, scatta una foto e – voilà! – la tua fotocamera creerà un profilo di temperatura colore accurato della scena.

Ma mentre queste opzioni di bilanciamento del bianco ti consentono di gestire le dominanti di colore sul campo, presentano alcuni inconvenienti:

  1. A meno che tu non sia in un ambiente chiuso, la luce probabilmente cambierà nel corso delle riprese. Dovrai aggiornare periodicamente la tua preimpostazione di bilanciamento del bianco o ripetere il processo della scheda grigia mentre il sole va dietro le nuvole, mentre tramonta, ecc.
  2. Le preimpostazioni di bilanciamento del bianco, sebbene facili da usare, sono solo approssimative. Spesso non producono un risultato perfetto.
  3. Se stai riprendendo un’azione a distanza, è impossibile leggere una carta grigia.

Ecco perché alcuni fotografi preferiscono un metodo diverso di bilanciamento del bianco:

Bilanciamento del bianco durante la modifica

Il bilanciamento del bianco in post-elaborazione è piuttosto semplice:

Basta impostare la fotocamera sulla sua funzione di bilanciamento del bianco automatico durante le riprese.

Quindi, quando torni a casa, apri le tue foto nel programma di modifica che preferisci.

La maggior parte degli editor offre un processo simile, che prevede l’uso del contagocce del bilanciamento del bianco per identificare un tono neutro e la regolazione fine tramite i cursori Temperatura e Tinta. (Di seguito, fornisco una procedura dettagliata per il bilanciamento del bianco delle foto in Lightroom.)

Puoi bilanciare il bianco ogni foto individualmente, oppure puoi creare una regolazione del bilanciamento del bianco per una (o una manciata) di foto, quindi sincronizzare la regolazione sull’intero set.

Il bilanciamento del bianco dopo il fatto è buono, ma come il bilanciamento del bianco nella fotocamera, ci sono alcuni punti che devi tenere a mente.

  1. Dovrai dedicare del tempo extra nella post-elaborazione per eseguire il bilanciamento del bianco. E mentre puoi risparmiare tempo con l’elaborazione batch e le preimpostazioni, se stai catturando molte immagini in condizioni di illuminazione diverse, potresti preferire la relativa facilità del bilanciamento del bianco nella fotocamera.
  2. A meno che tu non scatti foto con una scheda grigia nella cornice, potresti avere difficoltà a ottenere un perfetto bilanciamento del bianco con la modifica. In molti casi va bene – la dominante di colore potrebbe essere appena percettibile – ma se stai fotografando prodotti, il tuo cliente potrebbe richiedere colori letteralmente perfetti.
  3. Per una completa flessibilità di bilanciamento del bianco durante l’editing, è necessario scattare in RAW . Mentre i JPEG consentono alcune regolazioni del bilanciamento del bianco, sarai limitato a una quantità spesso inaccettabile, mentre i file RAW ti consentono di impostare e ripristinare completamente il bilanciamento del bianco.

Quindi, sebbene la post-elaborazione e il bilanciamento del bianco nella fotocamera siano entrambi utili, alla fine dovrai scegliere l’opzione che funziona meglio per te .

Come bilanciare il bianco usando le preimpostazioni

Sebbene le preimpostazioni del bilanciamento del bianco non siano il modo più accurato per correggere il colore, sono un modo semplice per iniziare (e se stai semplicemente facendo una foto da condividere sui social media, potrebbero essere tutto ciò di cui hai bisogno).

Basta aprire il menu del bilanciamento del bianco della fotocamera. Dovresti vedere diversi preset, come ad esempio:

  • Soleggiato, che funziona per il sole di metà mattina e di metà pomeriggio
  • Ombra, che funziona per scenari con ombra intensa (ad es. ritratti sotto un albero)
  • Nuvoloso, che funziona per scene all’aperto con illuminazione nuvolosa
  • Flash, che funziona per scene illuminate da lampeggiatori standard esterni alla fotocamera e flash pop-up
  • Incandescente, che funziona per scene in interni illuminate da lampadine calde standard
  • Fluorescente, che funziona per scene in interni illuminate da lampadine fluorescenti

Quindi scegli il preset che più si avvicina alle condizioni di illuminazione che stai vivendo e inizia a scattare foto! Dovrai prestare molta attenzione alla luce mentre continui a scattare; se cambia in modo significativo, dovresti cambiare i preset per riflettere le nuove condizioni.

Come bilanciare il bianco delle tue foto in Lightroom

La correzione del colore di Lightroom è un processo rapido e indolore.

Innanzitutto, apri un’immagine nel modulo Sviluppo, quindi trova la sezione WB sul lato destro:

Quindi, seleziona l’icona Contagocce:

Quindi fai clic su una parte dell’immagine che dovrebbe apparire di un grigio o bianco neutro . (Non aver paura di fare clic in alcuni punti diversi, soprattutto se non sei sicuro di ciò che conta come “neutro”.)

Se non riesci a trovare un’area neutra da campionare, o non ti piacciono i risultati, puoi sempre andare ai cursori Temp e Tinta :

Probabilmente non avrai bisogno di regolare molto il cursore Tinta, ma sentiti libero di trascinare il cursore Temp avanti e indietro fino a ottenere un’immagine neutra.

Come utilizzare in modo creativo il bilanciamento del bianco per effetti diversi

Sebbene sia sempre importante iniziare correggendo il colore delle tue foto, a volte puoi migliorare le immagini spingendo deliberatamente il bilanciamento del bianco nella direzione sbagliata. Questo generalmente funziona meglio se applicato in un programma di post-elaborazione, non nella fotocamera (anche se tecnicamente puoi farlo in entrambi i modi).

L’idea qui è semplice:

Applicando un bilanciamento del bianco troppo freddo alle tue foto, puoi creare un effetto cupo e lunatico.

Mentre applicando un bilanciamento del bianco troppo caldo alle tue foto, puoi creare un effetto accogliente, invitante e persino nostalgico .

Non ti consiglio di spingere troppo il bilanciamento del bianco – a un certo punto, le tue foto potrebbero sembrare innaturali – ma un po’ di colore freddo o caldo è spesso bello se aggiunto con attenzione.

Nota che puoi anche usare un bilanciamento del bianco “errato” per esagerare le condizioni della scena. L’aggiunta di tonalità fredde darà alle immagini un effetto ombroso o notturno, mentre l’aggiunta di tonalità calde darà alle immagini un effetto di alba o tramonto. Ancora una volta, usa questa tecnica con cura. È facile esagerare e finire con risultati sgargianti e sgradevoli.

Il bilanciamento del bianco in fotografia: un ultimo consiglio

Ora che hai finito questo articolo, sei pronto per iniziare a regolare il bilanciamento del bianco nelle tue foto e puoi persino spingere il bilanciamento del bianco per ottenere risultati artistici.

Quindi esci con la tua macchina fotografica. Esercitati a lavorare con il bilanciamento del bianco. E fai brillare le tue immagini!

One Response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In questo articolo parliamo di

Categorie
Ti piaccono i contenuti che creo?
Vorresti ancora più contenuti?
Vorresti accedere in anticipo ai nuovi contenuti?
Diventa il mio mecenate

Scarica la guida e migliora da subito i tuoi scatti

Composizione Intuitiva – Teoria e pratica

Impara a padroneggiare tutte le tecniche di composizione per ottenere scatti sempre ottimamente composti e foto sempre perfette

Alcune caratteristiche

  • formato PDF facilmente trasportabile

  • 50 schede per padroneggiare la composizione

  • BONUS: Manuale corso base di fotografia

  • accesso al gruppo riservato

  • supporto via forum e gruppo su telegram

Grazie alle 50 Schede di facile lettura che ti guideranno passo passo nel mondo della composizione otterrai scatti sempre perfetti, inoltre le schede sono fatte per essere stampate ed eventualmente plastificate o, ancora meglio potresti caricarle nel tuo smartphone in modo da averle sempre con te!