Il corso di fotografia online gratis più completo del web

Esposimetro e modalità di misurazione: come e quando usarle

Trovare l’esposizione ideale è una delle prime cose che i fotografi imparano a fare. La misurazione è un processo nella fotografia digitale che determina quale dovrebbe essere l’esposizione corretta.

La fotocamera utilizza il cosiddetto sensore di misurazione, il quale è un dispositivo situato all’interno della fotocamera che misura la luminosità del soggetto e regola di conseguenza la misurazione e tutti i parametri necessari.

Alcune persone usano l’esposimetro per calcolare le impostazioni appropriate. In questo articolo ti mostrerò come scattare foto anche senza l’esposimetro.

Foto di Luke Barky da Pexels

Perché dovresti regolare la misurazione?

[Nota: Corsofotografico è supportato dai lettori. I collegamenti ai prodotti su Corsofotografico sono collegamenti in affiliazione. Se usi uno di questi link e compri qualcosa, guadagniamo un po’ di soldi e ci permette di andare avanti nella produzione di contenuti.
Se vuoi eliminare i banner pubblicitari nel sito ed accedere ai contenuti in anteprima non devi fare altro che diventare un sostenitore su Patreon, ti stai domandando quanto costa? Una colazione al mese. Oppure se devi fare acquisti su amazon ti basta cliccare qui.
Hai bisogno di maggiori informazioni?]

Considera innanzi tutto che la fotocamera non può misurare e regolare di conseguenza l’esposizione di parti separate della foto. Questo è il motivo per cui ha bisogno di capire quale sia l’esposizione che funzioni meglio per l’intera immagine. Molti fotografi si trovano in estrema difficoltà quando scattano immagini di soggetti ad alto contrasto.

Prendiamo come esempio la fotografia di paesaggio. Durante il tramonto, di solito, ti concentri sul cielo in quanto è l’elemento sicuramente dominante in questa fase del giorno. Il problema è che questo può far sì che il paesaggio e le altre parti della foto siano troppo scure, come nell’immagine qui sotto.

Per evitare ciò, è necessario regolare la misurazione in base al soggetto.

La modalità di misurazione predefinita della fotocamera è la misurazione a matrice/valutativa. Per passare da una modalità all’altra, tutto ciò che devi fare è premere il pulsante della modalità di misurazione sulla fotocamera (1.) e utilizzare la ghiera di comando principale (2.).

Vedrai come cambiano le modalità sull’LCD della fotocamera o sul pannello di controllo.

È fondamentale raggiungere un equilibrio tra ombre, luci e mezzi toni. Questo è ciò a cui dovresti mirare quando scegli una modalità di misurazione. Prima di scattare una foto, devi valutare le opzioni che ti offrono le diverse modalità.

Diamo un’occhiata a cosa fanno le modalità di misurazione della fotocamera e quando dovresti usarle.

Quali sono le diverse modalità di misurazione

Valutativa (Canon) / Matrix (Nikon) / Multi (Fujifilm)

Questa modalità ha nomi diversi a seconda del produttore. Canon lo chiama valutativo, mentre Nikon lo chiama Matrix e Fujifilm lo chiama Multi. Ma non c’è differenza nel modo in cui decidono in merito all’esposizione.

La misurazione Matrix / Valutativa è il modo più complesso e moderno di misurare una scena. Raccoglie dati dall’intero fotogramma e dà persino priorità al punto di messa a fuoco.

Preferisco usare questa modalità in quanto è il modo più affidabile di misurazione nella maggior parte delle situazioni.

Se la fotocamera vede un’area luminosa, come il sole, tiene conto di quel punto. Secondo questo punto, cercherà di elaborare le migliori impostazioni di esposizione .

Modalità di misurazione parziale

Questa modalità di misurazione raccoglie i dati da una piccola area circolare nel centro di misurazione della fotocamera. Copre circa il 10-15% dell’intera scena.

La misurazione della luce parziale è utile quando il soggetto è al centro dell’inquadratura. Molto probabilmente, si desidera che la fotocamera dia la priorità al soggetto durante il calcolo dell’esposizione.

Non c’è molta differenza tra la misurazione a matrice e quella parziale.

Modalità di misurazione spot

Qui il punto al centro della fotocamera è più piccolo della misurazione parziale, ovvero circa il 5% del fotogramma. Imposta l’esposizione in base a dove si trova il punto AF. Per ottenere il punto focale giusto e ottenere i risultati desiderati, il soggetto deve essere fermo.

Questo è un modo più avanzato per ottenere una buona esposizione per la tua fotocamera. Questo perché implica la misurazione di una piccola area del punto AF. Il resto della scena potrebbe non essere corretto, lasciando a te il compito di risolverlo.

Nota che la pelliccia bianca del cane sembra molto più morbida e meno evidenziata. Anche se questo è piacevole da guardare, lascia il resto della scena sottoesposto.

Fai attenzione quando utilizzi questa modalità di misurazione. Può essere utile, ma sono certo che non vorrai avere questo stile per tutte le tue foto.

Misurazione ponderata su alte luci

Alcune fotocamere Nikon più recenti hanno come opzione la misurazione ponderata su alte luci. È quasi uguale alla misurazione spot.

Ma a differenza della misurazione spot, qui la fotocamera riconosce le alte luci anche in movimento. Ciò impedisce che i bianchi sulla foto si spengano. È la modalità più utile quando si fotografano soggetti in movimento e evidenziati, come ad esempio un’auto bianca.

Quando hai situazioni simili ricordati di regolare la velocità dell’otturatore della fotocamera in base al soggetto in movimento.

Misurazione ponderata centrale

La modalità ponderata centrale è a metà strada tra la misurazione a matrice e la misurazione parziale. Questo tipo di misurazione va a misurare l’esposizione di un punto di misurazione piuttosto grande nel mirino della fotocamera.

La maggior parte delle persone scatta fotografie in cui il soggetto si trova al centro dell’immagine per cui i produttori di fotocamere se ne sono resi conto e hanno incluso un sistema di misurazione ponderata centrale efficace nella fotocamera. In questo modo, i fotografi possono raggiungere un valore di esposizione accurato.

Noterai nella foto sotto che il cane è abbastanza ben esposto. Ciò si traduce in uno sfondo e dintorni più scuri e meno visibili. Per questo motivo, la misurazione ponderata centrale può aggiungere un’atmosfera speciale alle tue foto.

Il risultato della misurazione ponderata centrale può essere difficile da prevedere nella fotografia digitale. Suggerisco di usarlo solo quando gli angoli della cornice non hanno molta importanza. Devi sempre guardare nel mirino e considerare quanti dettagli devi mantenere negli angoli.

Modalità di misurazione media

Funziona in modo simile alla misurazione matrix nella fotografia. La telecamera va a misurare la luce dall’intera scena.

Ma lo fa in un modo molto poco intelligente. Non solo non riconosce cosa c’è nella scena, ma non apporta modifiche adeguate. Se c’è un sole splendente o un’ombra scura in una scena, la fotocamera tratterà questa regione allo stesso modo del resto della foto.

Ciò si traduce spesso in aree sovra e sottoesposte nella stessa immagine. Per questo motivo, la misurazione media non si trova solitamente nelle fotocamere moderne. Proprio per evitare risultati come quelli nella foto poco sotto.

Quali modalità utilizzare e quando

Dovresti avere una buona comprensione di cosa fanno le modalità di misurazione e quando usarle.

Ma vorrei entrare più in dettaglio sui due che uso di più: Matrix e Spot Metering .

Trovo che Matrix sia abbastanza bravo a elaborare ciò che voglio nella maggior parte delle situazioni. Per me, sarebbe inutile passare alla misurazione ponderata centrale.

Quando la misurazione matrix non riproduce bene il soggetto, utilizzo la misurazione spot. Mi dà più controllo sulle parti chiare e scure della scena.

Misurazione valutativa / a matrice in uso

Ci sono casi in cui la gamma dinamica della foto è molto ridotta. Ciò significa che non ci sono ombre o luci forti. In questo modo è più facile per la fotocamera bilanciare l’esposizione con l’aiuto della misurazione della luce. Per scatti come questo imposto la mia fotocamera con la modalità matrice.

Ho scattato questa foto fino a tarda sera quando non c’erano forti luci all’interno dell’immagine. Quindi non avevo bisogno di modalità di misurazione speciali.

La prossima foto è diversa da quella sopra poiché le ombre sono più forti. La maggior parte dell’immagine è scura, ma l’effetto che ci dà la modalità di misurazione matrix è quasi lo stesso. In altre parole mette in risalto la piccola quantità di luci sul lato del ponte ma mantiene comunque le sagome dove le volevo.

Un esempio di dove ha prevalso la modalità di misurazione a matrice.

La fotocamera ha individuato la luce che filtrava attraverso la parte superiore della foto e l’ha ignorata mentre ha esposto correttamente il resto dell’immagine. Questo è quello che succede in condizioni di luce difficili.

A volte con la misurazione a matrice, la fotocamera vede un soggetto nero e pensa che dovrebbe essere grigio e quindi proverà ad aumentare (troppo) la luminosità perché punta a un grigio medio al 18%. In questi casi dovrai usare la compensazione dell’esposizione per raggiungere l’esposizione desiderata.

È inoltre possibile impostare la fotocamera in modalità manuale e regolare l’apertura, l’ISO e / o la velocità dell’otturatore in base alle condizioni di luce.

Ora diamo un’occhiata a quando potresti voler utilizzare la misurazione spot.

Misurazione spot

Scattare fotografie mentre si è di fronte al sole rende molto più difficile per la misurazione matrix ottenere le luci giuste. Finirai con ottenere delle sagome invece della corretta esposizione.

In questi casi ci viene i soccorso la misurazione spot.

Ricorda che il punto AF nel centro di misurazione è molto piccolo (5% o meno dell’intero fotogramma) per cui assicurati di averlo puntato su qualcosa in cui l’equilibrio della luce è essenziale. La misurazione spot è particolarmente utile in caso di fotografia di ritratto, in cui stai cercando di ottenere la giusta tonalità della pelle.

Conclusioni

Prenditi del tempo e sperimenta le diverse modalità di misurazione. Studiare le diverse modalità di misurazione potrebbe aiutarti a capire il tuo stile, comprendere meglio il funzionamento della fotocamera e dare alle tue foto un aspetto artistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Categorie
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Ti piaccono i contenuti che creo?
Vorresti ancora più contenuti?
Vorresti accedere in anticipo ai nuovi contenuti?
Diventa il mio mecenate

Scarica la guida e migliora da subito i tuoi scatti