Il corso di fotografia online gratis più completo del web

Come, perché e quando utilizzare un filtro polarizzatore

Mi avete più volte chiesto di scrivere un articolo sui filtri polarizzatori e come utilizzarli al meglio, per cui dopo aver realizzato articoli su diversi aspetti della fotografia di paesaggio quali:

Nell’articolo di oggi andrò a illustrarti per bene come, perché e quando utilizzare i filtri polarizzatori.

I filtri polarizzatori sono uno degli accessori più utili che un fotografo possa possedere. Sono piccoli, poco costosi e hanno un impatto significativo sulle tue foto.

La post-produzione ti consente di apportare molte modifiche alle foto che scatti. Ma nessun software di post-elaborazione può imitare l’effetto dei filtri polarizzatori. L’uso di un polarizzatore riduce i riflessi, la foschia e la luce diffusa. Aumentano anche la saturazione e il contrasto del colore.

Nessun software di post-elaborazione può imitare l’effetto dei filtri polarizzatori

Molti programmi di elaborazione dell’immagine come ad esempio photoshop, dispongono di strumenti per controllare la saturazione e il contrasto del colore in modo semplice ed efficace. Alcuni hanno strumenti per rimuovere la foschia . Ma nessuno (finora) ha la capacità di rimuovere bagliori e riflessi come solo i filtri polarizzatori possono.

il filtro polarizzatore: come si vede con e senza

Cos’è un filtro polarizzatore?

I filtri polarizzatori più comuni sono circolari e sono costituiti da due pezzi di vetro uniti insieme. Vengono posizionati sulla parte anteriore dell’obiettivo, quindi è necessaria la dimensione corretta per adattarsi al diametro dell’obiettivo (o un adattatore).

Per cui quando devi acquistare un filtro assicurati di individuare il diametro dell’obiettivo su cui posizionarlo.

Una volta che il filtro è sull’obiettivo, puoi ruotare la parte esterna del filtro. Quando si ruota il filtro, l’effetto che ha sulla luce che entra nell’obiettivo cambia. A diversi angoli di rotazione, la quantità di luce filtrata varia. Dipende da dove si trova il sole e da quale direzione stai puntando la fotocamera.

A diversi angoli di rotazione, la quantità di luce filtrata varia

L’effetto più evidente di un filtro polarizzatore è quando viene ruotato di un angolo di novanta gradi rispetto al sole.

Qui puoi vedere l’effetto che il filtro polarizzatore ha sul riflesso della superficie di legno su cui è appoggiato. L’abbagliamento proveniente dal legno viene quasi totalmente rimosso dal filtro.

il filtro polarizzatore: come opera

Perché i filtri polarizzatori sono utili

A volte, i riflessi possono migliorare una fotografia o persino essere il soggetto principale. Ma possono anche essere indesiderati e fonte di distrazione.

Quando fotografi:

  • bicchieri
  • cromo
  • acqua
  • o altre superfici riflettenti

può essere difficile creare una rappresentazione chiara. I riflessi di questi tipi di superfici possono invadere la tua composizione. Non sempre è possibile evitarli senza utilizzare un filtro polarizzatore. 

Anche con un filtro polarizzatore, potresti non essere in grado di eliminare completamente i riflessi da una superficie.

I cieli e le nuvole fotografati con un filtro polarizzatore possono assumere un aspetto completamente diverso. Confronta le due immagini sottostanti. Per il primo ho usato un polarizzatore e per il secondo no.

Nessuna delle immagini è stata post-elaborata. Puoi vedere la differenza nel dettaglio delle nuvole e nella saturazione del cielo blu.

Con filtro polarizzatore

il filtro polarizzatore: una fotografia con il filtro polarizzatore

Senza filtro polarizzatore

il filtro polarizzatore: una foto senza filtro polarizzatore

Quando si fotografa in spiaggia o in riva a un lago, un filtro polarizzatore è particolarmente utile. Essere in grado di controllare la forza del riflesso nell’acqua fa una differenza significativa nelle tue foto. L’aumento della saturazione aggiunto rende anche l’acqua e il cielo più attraenti.

Come utilizzare i filtri polarizzatori circolari

I filtri polarizzatori funzionano impedendo ad alcune onde luminose di entrare nell’obiettivo. Le onde luminose si riflettono su superfici irregolari in direzioni diverse. Un filtro polarizzatore consente solo alla luce proveniente da determinate direzioni di entrare nell’obiettivo.

Quando le onde luminose vibrano e rimbalzano su diverse superfici, la direzione e la velocità della vibrazione vengono alterate. Questo è il motivo per cui i colori sono influenzati anche dai filtri polarizzatori.

Quando la luce si riflette su una superficie piana, l’uso di un polarizzatore avrà un effetto più uniforme su di essa. Questo perché le onde si muovono principalmente in una direzione simile. Quindi il riflesso di una finestra sarà influenzato in modo diverso da un polarizzatore rispetto a quello di una superficie non piana.

il filtro polarizzatore: effetto su vetro

Quando la luce riflessa raggiunge il filtro, alcune delle onde saranno bloccate dall’entrare nell’obiettivo dal rivestimento sul filtro. Questo rivestimento dicroico ha catene di molecole allineate in una direzione. Le onde di luce parallele a queste catene vengono bloccate dal filtro.

Quando si ruota l’anello esterno di un polarizzatore, è possibile vedere come cambia l’effetto del filtro. Questo perché stai alterando la direzione delle linee del rivestimento del filtro in relazione alle onde luminose.

Mettere in pratica l’uso di un filtro polarizzatore

Se vuoi usare al meglio un filtro polarizzatore è meglio farlo ruotando il filtro e osservando cosa sta succedendo. Guardando attraverso il mirino o lo schermo LCD posteriore, vedrai l’immagine cambiare mentre giri il filtro.

Ci sono tecniche di cui puoi leggere in giro per la rete che si basano su analisi scientifiche di come funzionano questi filtri. Ti diranno in quale direzione vedrai l’effetto maggiore. Ma, in realtà, ogni scena che fotografi è diversa. È impossibile prevedere correttamente come la luce venga bloccata dal filtro.

Se usi spesso un polarizzatore, ti abituerai maggiormente a come funziona e a come puoi usarlo per gestire i riflessi nelle tue foto. A volte, sarai in grado di eliminare virtualmente i riflessi; in altre situazioni, il filtro farà poca differenza.

Senza filtro polarizzatore

il filtro polarizzatore: effetto sulla vegetazione

Con filtro polarizzatore

il filtro polarizzatore: effetto sulla vegetazione

Conclusione

Sperimentare con i filtri polarizzatori è il modo migliore di utilizzarli ed imparare a conoscerli. Di solito ne porto alcuni nella mia borsa di varie dimensioni. Questi si adattano ai miei obiettivi da 55 mm, 72 mm e 105 mm, che sono gli obiettivi che uso di più.

L’uso di un filtro polarizzatore con un obiettivo grandangolare può creare risultati strani a causa dell’ampio campo visivo.

Se stai realizzando una serie di foto da unire insieme come panorama , togliti il ​​polarizzatore. I bordi delle tue foto potrebbero non unirsi perfettamente se stai usando un polarizzatore.

Ricorda di applicare filtri polarizzatori alle lenti quando vuoi aumentare il colore di un cielo blu o ridurre il riflesso su una superficie lucida. Man mano che ti stai abituando a usare questo filtro, scatta alcune foto di ogni scena con e senza il filtro.

In questo modo, inizierai rapidamente a farti un’idea delle differenze che fa.

Stai cercando un buon filtro polarizzatore? Qui troverai le migliori offerte

Vuoi raccontarmi la tua esperienza con i filtri polarizzatori? Scrivilo nei commenti!

Ti piace questo articolo? Condividilo

Condividi su facebook
Condividi su Facebook
Condividi su twitter
Condividi su Twitter
Condividi su linkedin
Condividi su Linkdin
Condividi su pinterest
Condividi su Pinterest
Condividi su email
Condividi via Email
Condividi su print
Stampa l'articolo

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento

One Response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *