Lezione 17: Cornice nella cornice
5 (100%) 2 votes
Prosegue il nostro viaggio all’insegna dell’esplorazione delle tecniche di composizione fotografica con la tecnica della cornice nella cornice ma perché è così importante la composizione fotografica? Semplicemente perché consente, con un po’ di esercizio di ottenere foto degne di nota e perché conoscere tali regole permette di fare una cosa fondamentale: infrangerle!

Grazie al corso gratuito di fotografia online hai imparato a impugnare la tua macchina fotografica ed ottenere il massimo scegliendo accuratamente i tempi e calibrando a dovere l’esposizione, ora è giunto il momento di abbinare la teoria alla pratica! Quindi dopo aver letto questo articolo ti esorto a prendere la tua fida macchina fotografica e portarla sempre con te per sperimentare quanto più possibile, vedrai che otterrai risultati ottimi!

Come la regola dei terzi, una “cornice nella cornice” è una tecnica usata inizialmente dai paesaggisti ed in seguito dai fotografi. Ci sono vari modi di usare questa tecnica per creare risultati molto diversi fra loro.

Indice dei contenuti

Paesaggio

Una delle tecniche di cornice nella cornice più conosciute è utilizzata nella fotografia di paesaggio, dove gli alberi o altri soggetti in primo piano sono utilizzati per incorniciare una veduta distante. Sebbene la tecnica sia stata ampiamente utilizzata (tanto da essere considerata da molti banale), può ancora essere molto efficace e di solito aiuta sia a dare profondità alla composizione che a dare risalto al significato del soggetto. Inoltre l’osservatore avrà spesso la sensazione di avere il punto di vista del fotografo, creando così una condivisione dell’esperienza della scena e rendendo l’osservazione ancora più intima. Ricordati sempre che la fotografia è l’arte di scrivere con la luce e quindi se non avrai nulla da dire le tue foto potranno essere tecnicamente perfette ma prive di significato.

Fuoco

Questa tecnica, per creare la percezione della profondità, funziona meglio quando sia la parte in primo piano, sia il soggetto sono messi a fuoco; qui vale la pena fare molte prove per ottenere risultati degni di nota. Allontanati dagli elementi che vuoi usare come bordo, usa lo zoom per avvicinarti al soggetto lontano e fai sì che la fotocamera non metta a fuoco su uno degli elementi in primo piano. Se necessario, rifai una composizione temporanea della scena in modo che il primo piano sia fuori dall’inquadratura, quindi ricomponi la scena includendo gli elementi in primo piano, solo che ora non dovrebbe essere a fuoco. Scatta la foto e fai un confronto tra un effetto di un primo piano a fuoco e fuori fuoco 🙂 Alcuni fotografi lavorano meglio con una tecnica piuttosto che con l’altra

Ritratti

Questa tecnica funziona in maniera leggermente diversa nella fotografia di ritratto, perché spesso il soggetto è dentro l’oggetto che funge da cornice. Poiché la cornice e l’oggetto sono alla stessa distanza dalla fotocamera, non si otterrò un’uguale percezione della profondità. Al contrario, la cornice diventa un bordo, che contiene visivamente il soggetto e ne esalta il significato. Contemporaneamente serve a contestualizzare lo scatto, ponendo il soggetto in un posto o in una situazione specifica. Inoltre ricorda che le cornici non servono solo a convogliare l’attenzione dell’osservatore sul soggetto, ma possono aiutare a far mettere in posa i soggetti per ottenere immagini naturali.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ti è piaciuto il post? Metti un like o scrivi un commento.

Vuoi sapere cosa ti serve ora? Prendi la tua macchina fotografica e scatta, scatta e sperimenta sempre e poi se vuoi, mostrami i tuoi risultati :)

 
 

Potrebbe interessarti anche

Tutti gli articoli