Lezione 19: Come comporre con il colore - Corso Fotografico

Lezione 19: Come comporre con il colore

Home » Lezione 19: Come comporre con il colore

Lezione 19: Come comporre con il colore

Tempo di lettura: 3 minuti
Lezione 19: Come comporre con il colore
2.3 (46.67%) 3 votes

Dopo aver letto l’introduzione sulla composizione fotografica, sei rimasto colpito positivamente dagli innumerevoli modi in cui è possibile utilizzare quello che ti circonda per comporre in modo creativo una scena in fotografia. Sono certo che hai sperimentato già qualcosa, ma desideri approfondire alcuni argomenti come ad esempio la famosa regola dei terzi o la tecnica della cornice nella cornice.

Il colore è un elemento sorprendentemente evocativo e toccante. La gente reagisce ad esso consapevolmente o meno, ed è per questa ragione che deve essere considerato con attenzione in fotografia.

Si sono scritti volumi interi sull’effetto dei colori sulle emozioni e posso solo accennare qualcosa in questo articolo.

La maggior parte delle informazioni le conosciamo e percepiamo già a livello inconscio. Ad esempio tutti percepiamo il rosso come un colore legato alla passione o al pericolo, pensiamo ad un segnale di avvertimento sia in natura che nel mondo umano. Tuttavia è anche un colore caldo e naturalmente è il colore principe dei tramonti.

Teoria del colore

Il rosso viene generalmente considerato il colore più “prominente”, nel senso che viene percepito spesso come più vicino di quanto non sia davvero, e quindi è più probabile che attragga la nostra attenzione.

Il blu è uno dei colori invece più “arretrati”, perché è percepito più distante di quanto non lo sia realmente. Inoltre è un colore freddo che evoca un senso di calma e pace in un’immagine, oltre a creare un bel contrasto con il rosso.

Il verde è associato alla natura, ed è forse per questo che spesso simboleggia il rinnovamento e la speranza. Nella ruota cromatica si trova vicino al blu ed è un altro colore considerato “arretrato” che contrasta con il rosso.

Per questo motivo, ad esempio, molte camere da letto hanno colori che danno sul blu o sul verde: proprio per favorire il riposo ed il relax…provare per credere.

Il giallo è più simile al rosso, in quanto è un colore “prominente” e  che aggiunge calore; è il colore associato al sole di mezzogiorno ed al fuoco.

Questi quattro colori sono i più importanti nello spettro del visibile e forniscono i tre colori primari per la sintesi additiva dei colori: Rosso, Verde e Blu, in inglese RGB (quante volte lo hai trovato scritto in giro?). Su questo trittico di colori sono basati gli schermi dei computer, i televisori ed i sensori delle nostre amate macchine fotografiche, oltre a praticamente qualsiasi dispositivo che abbia a che fare con il settore del video.

Questi tre colori, mischiati tra loro forniscono inoltre i colori per sintesi sottrattiva: ciano, magenta e giallo.

Dai nostri quattro colori iniziali possiamo ottenere anche i colori primari i quali solo: Rosso, Blu e Giallo, dai quali si ricavano i colori secondari: viola, arancio e verde.

Come utilizzare il colore in composizione

Sorprendentemente, mentre i colori luminosi e saturi hanno un forte impatto iniziale ed attraggono la nostra attenzione, questo è il motivo per cui sono ampiamente utilizzati nelle pubblicità, nelle confezioni e nei segnali stradali, di solito sono i colori tenui a lasciare un’impressione duratura nell’arte e nella fotografia, specialmente nei ritratti e nei paesaggi.

I colori insaturi sono più evocativi e spingono alla riflessione, senza con questo nulla togliere al soggetto. Tuttavia, se usate i colori per sottolineare il contrasto, allora dovrebbero essere quanto più luminosi possibile.

Ti svelo questo piccolo segreto: i colori sono più saturi a metà di un giorno soleggiato, quando ci sono meno ombre ad interferire sulle campiture. Tuttavia i colori più freddi, verso la fine della giornata possono rendere i rossi, i gialli e gli arancioni molto più intensi.

Puoi desaturare un colore luminoso utilizzando una focale lunga in condizioni di luce soffusa, visto che sulle lunghe distanze la luce viene rifratta con maggiormente dalle particelle nell’aria. Tuttavia se utilizzi obiettivi a focale lunga o lo zoom potresti non ottenere l’inquadratura desiderata. Chiaramente costituisce una valida alternativa attenuare il colore con il proprio programma di fotoritocco preferito.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
By |2017-03-05T19:48:57+00:0011 / 01 / 2017|Corso di Fotografia|0 Comments

About the Author:

Mi chiamo Giovanni D'Addabbo e mi occupo sia di informatica che di fotografia. Ho creato CorsoFotografico per condividere con chiunque tutte le conoscenze che nel corso del tempo ho maturato e che maturerò. Sono fermamente convinto che chiunque possa scattare ottime fotografie con qualsiasi mezzo conoscendo i concetti base della fotografia.

Leave A Comment