Lezione 27: Come utilizzare il flash

Lezione 27: Come utilizzare il flash
5 (100%) 2 votes

In questa lezione del corso di fotografia gratuito andrò a fornire una breve introduzione pratica a come utilizzare il flash per ottenere la fotografia che avevamo in mente.

Durante il nostro percorso abbiamo affrontato diversi argomenti inerenti la luce e la sua qualità e come poter fotografare con poca luce ma, prima o poi, tutti ci siamo ritrovati ad aver bisogno di una fonte di luce forte ma di breve durata che ci permetta di fare foto di notte o al chiuso o in ogni caso con una scarsa luminosità e utilizzando tempi di otturazione abbastanza veloci da congelare l’azione. Per questo motivo la maggior parte delle fotocamere vengono fornite di un flash incorporato.

Il Flash incorporato

Per quanto il flash incorporato sia utile e consenta di poter fotografare in situazioni in cui, senza di esso, sarebbe impossibile avere un’immagine utilizzabile, alcune unità hanno delle limitazioni.

Il primo inconveniente è l’effettiva portata, dato che la maggior parte dei flash sono capaci di propagare la luce solo ad una distanza che varia tra i 1,5mt e i 3mt dalla fotocamera, che non è abbastanza forte per illuminare gruppi o scene molto grandi.

L’altro problema significativo è l‘effetto “occhi rossi”, che avviene perché il flash è molto vicino all’asse dell’obiettivo. Quando il flash emette il suo lampo di luce, lo fa direttamente negli occhi del soggetto, quindi si riflette sulla retina nella parte posteriore dell’occhio e ne illumina i vasi sanguigni.

La vicinanza del flash all’obiettivo può essere anche un problema con gli obiettivi grandangolari sulle reflex digitali, dato che il flash non è progettato per coprire l’ampiezza della scena visibile attraverso l’obiettivo grandangolare.

Il risultato è un’immagine in cui gli angoli appaiono più scuri della parte centrale, tuttavia questo potrebbe essere utilizzato anche per fini creativi.

Infine, forse il problema peggiore con i flash incorporati è la qualità della luce che produce.

I flash incorporati producono spesso immagini con ombre estremamente rigide e nette. Se a questo si può parzialmente rimediare riducendo la forza del flash utilizzando l’impostazione della compensazione dell’esposizione del flash (se c’è chiaramente) si può scoprire che larghe porzioni di immagine sono sottoesposte.

Come evitare di avere ombre estremamente rigide e nette con il flash incorporato

Ecco un paio di piccoli trucchetti che potresti utilizzare per mitigare l’effetto delle ombre troppo nette causate dal flash incorporato:

  1. Metodo del fazzolettino: prendi un classico fazzolettino di carta, spiegalo e avvolgilo attorno al flash, chiaramente regolati per avere l’intensità luminosa desiderata
  2. Metodo del palloncino: porta sempre con te un palloncino bianco, all’occorrenza gonfialo e mettilo avanti al flash prima di scattare

Il risultato di questi trucchetti è che le ombre saranno decisamente più morbide 😉

Flash di riempimento

Nonostante questi inconvenienti, il flash incorporato è uno strumento eccellente per l’illuminazione di “riempimento”. Sembra strano usare il flash di giorno, ma probabilmente avrai sicuramente notato che i fotografi si portano sempre dietro un lampeggiatore anche se il tempo è ottimo, anzi, oserei dire, soprattutto se il tempo è ottimo. Questo viene utilizzato come flash di riempimento, in quanto ad esempio in una giornata con luce intensa, ci sono circostanze in cui è difficile ottenere la giusta esposizione poiché la luce è troppa o la direzione della luce non ci consente di ottenere lo scatto che desideriamo.

Il flash di riempimento ha il compito di proiettare una luce aggiuntiva su un soggetto che può essere in ombra o sottoesposto perché è fortemente in controluce. In entrambi i casi l’uso del flash aumenterà la qualità dell’immagine, aggiungendo luminosità e colore ad un elemento dell’immagine altrimenti grigio. Poiché il flash di riempimento non necessita di particolare potenza, il flash incorporato è spesso adatto allo scopo.

Lampeggiatore

Se ti affidi molto al flash incorporato della fotocamera e non sei soddisfatto dei risultati, potresti pensare ad acquistare un lampeggiatore. Io prediligo i Godox i quali hanno un ottimo rapporto qualità prezzo e spesso batterie al litio così non devo fare il dj con le batterie. Si tratta di flash autoalimentati che sono fissati sulla parte alta della fotocamera attraverso la cosiddetta base a “contatto caldo” o slitta, si parla infatti di flash a slitta.

I lampeggiatori variano enormemente di prezzo a seconda della potenza e del sistema di misurazione, ma con cifre alla portata di tutti potrai aumentare enormemente la qualità delle tue fotografie con il flash.

La maggior parte dei lampeggiatori moderni può essere impostata per sincronizzarsi automaticamente con la fotocamera, così che l’otturatore si apra nello stesso momento in cui il flash fa luce, esattamente come avviene per il flash incorporato.

Spesso viene sparato un “pre-flash” in modo che il sistema di misurazione della fotocamera possa impostare l’esposizione più adatta. Lampeggiatori sofisticati prendono anche informazioni dal sistema di messa a fuoco della fotocamera per determinare la distanza del soggetto e quindi stabilire quanta luce sia necessaria per l’esposizione.

Potenza e riflesso

Il maggior beneficio di un lampeggiatore risiede nel fatto che esso produce più luce di un flash incorporato. Un vantaggio ovvio è quello di poter illuminare i soggetti più distanti, mentre un altro vantaggio è che hanno teste che si inclinano e ruotano permettendo di poter far riflettere la luce sui muri ed altre superfici.

La luce riflessa produce una luce molto più tenue che ha l’effetto di allungare le ombre. Hai bisogno della maggior potenza di un lampeggiatore esterno proprio per poter effettuare la maggior parte di questi effetti di flash riflesso. Inoltre, dato che la luce non viene direttamente dalla fotocamera, ma da sopra o dal lato, l’illuminazione sembra più naturale ed evita gli occhi rossi.

Ora non aspettare oltre, esercitati con il flash e mostrami i tuoi risultati! 🙂

Ti è piaciuto il post? Metti un like o scrivi un commento.

Vuoi sapere cosa ti serve ora? Prendi la tua macchina fotografica e scatta, scatta e sperimenta sempre e poi se vuoi, mostrami i tuoi risultati :)

 
 

Potrebbe interessarti anche

Tutti gli articoli